15 Settembre 2020

“Adotta un vigneto” nell’Oltrepò Pavese

Sì, avete letto bene, ho adottato un vigneto, più precisamente una porzione di filare. L’idea è venuta a Nicola quando, navigando in rete, ha trovato l’iniziativa dell’Azienda agricola Finigeto nell’Oltrepò Pavese e da buon appassionato di vino, nonchè curioso, ha voluto aderire e io con lui.

Prima di tutto devo dire che l’Oltrepò Pavere è stata una piacevolmente scoperta, quasi una sorpresa. Non credevo fosse una zona così collinare e che racchiudesse un territorio così ricco di vigne, casali, piccoli paesini e oliveti.

Ma veniamo all’iniziativa molto originale e interessante. Il progetto “Adotta un vigneto” ti fa diventare “proprietario” di una porzione di un filare dei vigneti dell’Azeinda. In ogni momento è possibile visitare il vigneto, anche più volte all’anno per verificarne le caratteristiche, apprezzarne le evoluzioni positive nella crescita e nella fruttificazione. L’Azienda è solita mandare comunicazioni via mail sullo stato di avanzamento dei lavori nel vigneto: da quando inizia la vendemmia in autunno alla potatura in inverno fino alla legatura in primavera così da essere sempre informati e vivere l’esperienza del vino a 360°.

Noi abbiamo scelto, a fine agosto quando ci è stato comunicato che stava iniziando la vendemmia, di andare a conoscere di persona l’Azienda così da provare i vini e soprattutto vedere di persona il lavoro in vigna. Mai però ci saremmo immaginati di provare a vendemmiare, anche solo pochi grappoli. E’ stata una piacevola mattinata, un’esperienza che non vediamo l’ora di rifare. Un’iniziativa che replicheremo assolutamente anche il prossimo anno.

Prima del giro in vigna l’enologo ci ha accompati in una visita guidata all’interno delle cantine spiegandoci in modo molto dettagliato e competente i processi di lavorazione e le tipologie di vino che vengono prodotte e, dopo una degustazione in cui abbiamo scelto quello che sarà il nostro vino che berremo solo 2021, nel nostro caso 12 bottiglie di Riesling Renano “Lo Spavaldo”. Siamo poi passati alla scoperta del vigneto e ci siamo messi al lavoro.

Gli obiettivi del progetto sono semplici ma molto importanti: prima di tutto favorire una stretta relazione e collaborazione fra il produttore e il consumatore. Successivamente proporre attraverso un modo innovativo e insolito la conoscenza del territorio e della vigna, garantendo realmente al consumatore la tracciabilità del prodotto.

Promuovere la filiera breve produttore-consumatore, garantendo al consumatore una migliore conoscenza delle qualità intrinseche del prodotto e di chi lo produce e garantire al consumatore la possibilità di visionare il vigneto e il sistema di produzione vivendo così un’esperienza insolita e altamente formativa anche per chi, come me, è neofita dell’argomento.

Per maggiori informazioni su modalità e costi vi rimando al sito dell’Azienda Agricola Finigeto

PH Love.Life.Lunch. 2020 tutti i diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 comments
“Adotta un vigneto” nell’Oltrepò Pavese

  • paola ha detto:

    Aspettavo questo articolo con ansia…. voglio farlo anche io!!! ora chiamo per chiedere qualche info in più 🙂 voglio farlo con due amici magari si può dividere il pacchetto!!