13 Luglio 2020

Metti una sera d’estate, una cena in terrazza

Metti una sera d’estate, una cena in terrazza e 4 amiche che non si vedono da oltre 4 mesi a causa di uno strano virus che ha deciso di stravolgere le vite del mondo intero. Metti una tavola elegante, fiori freschi, tante risate e una fila di luci che rendono l’atmosfera magica e quasi “da vacanza”. Metti 5 finger food sfiziosi, un gazpacho fresco e colorato, del buon vino bianco e tutti i pensieri negativi degli ultimi mesi sembrano così lontani e leggeri.

Ma a proposito di vino, per organizzare la mia serata e il mio menù ho deciso di andare sul sicuro ordinando una selezione di vini bianchi su Amanti di Vino, portale di notizie sul vino, frasi sul vino, citazioni di produttori nonchè shop di vini italiani. Devo ammetterlo, sono una foodblogger ma non sono molto ferrata in materia di vino e ogni volta che mi trovo a realizzare una cena la parte più difficile è proprio la scelta del vino più adatto ai miei piatti ma anche più particolare così da stupire i miei ospiti. Grazie ad Amanti di Vino ho ricevuto a casa, in soli 3 giorni lavorativi, 3 ottimi ed esclusivi vini bianchi diversi tra loro ma accomunati tutti da una caratteristica: l’eleganza. La selezione era composta da un Riesling prodotto sul Lago di Garda, da un Maremma Toscana Bianco e da un Trebbiano Spoletino Biologico. Perchè Amanti di Vino?

Amanti di Vino è un sito, un e-commerce e un progetto sincero e appassionato in cui il vino è protagonista non solo nel bicchiere. Il vino è prima di tutto storia, territorio e tradizione; caratteristiche che cerco anche io in un piatto e in una ricetta, per questo ho deciso di acquistare da loro i vini per la mia cena in terrazzo. Perchè ero sicura di trovare un prodotto d’eccellenza, ricercato, 100% italiano, con una storia alle spalle e una tradizione di famiglia che si assapora ad ogni sorso. I vini presenti su Amanti di Vino sono stati scelti personalmente uno ad uno da Christian, Paola e Alessandro, le anime di Amanti di Vino, dopo un’accurata visita alle cantine; una garanzia in più per chi acquista perchè che significa conoscere tutto il processo produttivo e la cura che viene messa nella realizzazione di un vino, dalla terra alla bottiglia.

Il menù, dai sapori mediterranei, era composto da 5 finger food sfiziosi e un gazpacho freddo di zucchine gialle e gamberi, di seguito le ricette, tutte molto semplici, veloci e da preparare in anticipo:

Spiedini di pesche grigliate con prosciutto crudo e mozzarelline: lavare e tagliare a spicchi le pesche gialle e grigliarle su una piastra ben calda per qualche minuto per lato. Montare lo spiedino alternando uno spicchio di pesca, una di prosciutto crudo dolce e una mozzarellina tonda, condire il tutto con un qualche goccia di aceto balsamico.

Polpettine di melanzane e quinoa su salsa greca: cuocere la melanzana intera in forno ventilato a 180° per circa 30 minuti, una volta fredda togliere la pelle e sminuzzare con un coltello la polpa. Nel frattempo cuocere la quinoa come indicato sulla confezione e unirla, in una ciotola capiente, alla polpa di melanzana. Salare, pepare e aggiungere qualche foglia tritata di menta fresca, un uovo e un po’ di pan grattato. Formare delle piccole polpettine, cospargerle con poco olio e cuocerle in forno ventilato a 180° per 15/20 minuti girandole a metà cottura. Servire accompagnate da una salsa composta da yogurt greco, qualche goccia di succi di lime e menta frasca tagliata molto finemente.

Cous cous alla trapanese: saltare in padella con un filo d’olio il pesce spada tagliato a dadini con una manciata di uvetta sultanina, aggiustare di sale pepe e aggiungere una spolverata di cumino e mezzo bicchiere d’acqua. Cuocere il cous cous come indicato sulla confezione, tritare grossolanamente al coltello della menta e delle mandorle spellate. Unire al cous cous il pesce con il suo sughetto, la menta e mescolare, decorare con le mandorle tritate.

Insalata di riso rosso ai 3 pomodori: cuocere il riso riso rosso come indicato sulla confezione, è possibile sostituire il riso rosso con il riso nero. Lavare e tagliare in 4 parti i pomodorini datterino rossi, i pomodorini datterino gialli e i pomodorini arancioni (in alternativa vanno bene anche i pomodorini verdi di Sicilia). Scolare il riso, farlo raffreddare e unire i pomodori, qualche foglia di basilico spezzata grossolanamente con le mani, olio d’oliva, sale, pepe e mescolare.

Crostino di pane ai 4 cereali con stracciatella, pesto e pomodorini secchi: questa più che una ricetta è un assemblaggio di ingredienti sopra del pane tostato. Un’amica ha portato anche 2 arancini che abbiamo prontamente diviso, viste le considerevoli dimensioni.

Come primo piatto ho preparato un gazpacho freddo grigliando leggermente le zucchine gialle che ho poi frullato con del ghiaccio, olio d’oliva, un avocado, sale, pepe e qualche foglia di menta fresca. Ho servito il tutto con gamberi leggermente scottati e una spolverata di semi di sesamo. Ad accompagnate tutta la cena il Riesling prodotto sul Lago di Garda acquistato su Amanti di Vino.

Come fresco benvenuto ho servito dell’acqua di anguria preparata frullando semplicemente dell’anguria privata dei semi con il succo di un lime e zucchero di canna, il tutto allungato con dell’acqua minerale o dell’acqua tonica a piacere.

Per vedere come ho allestito la tavola e creato questo meraviglioso ed elegante centrotavola vieni sulla mia pagina Instagram LoveLifeLunch per vedere il video sulla IGTV.

PH Love.Life.Lunch. 2020 tutti i diritti riservati

Post realizzato in collaborazione con Amanti di Vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *