07 Maggio 2020

Galette con puntarelle e olive nere

“Non tutto il male vien per nuocere” diceva sempre mia nonna; e questa quarantena qualcosa di buono lo ha portato: ci siamo (ri)scoperti un popolo di panificatori, pizzaioli e più in generale cuochi e amanti del fatto in casa con amore.

Siamo ufficialmente entrati in quella che il Governo chiama Fese2, che è come la fase uno ma con le maniche corte! Scherzo, ma questa frase è il meme che più mi ha fatto ridere in questi 2 mesi di clausura. Il cambiamento sostanziale è la possibilità di andare a trovare i congiunti, con mascherina e a distanza di almeno un metro, senza dover avere una reale necessità, e dite poco? Finalmente ho potuto rivedere i miei genitori senza uno schermo a dividerci e fare due chiacchiere seduti in giardino.

E’ proprio vero che ti rendi conto di quanto sono importati le piccole cose, di quanto sia rassicurante la quotidianità, solo quando ti vengono negate. E così lunedì 4 maggio ho preso la macchina dopo 2 mesi e sono andata da loro, un po’ come hanno fatto tutti gli italiani. Lunedì hanno riaperto anche diverse aziende e attività commerciali e se n’è accorto anche il mio cane che c’è più gente in giro. Ma io non sono pronta alla Fase2.

Non mi mancherà la quarantena per tutto che è stato ma mi mancherà per quello che ha rappresentato: lentezza, introspezione, silenzio, priorità, tempo per me e per le mie passioni, solidarietà, empatia, attesa.

In questa nuova quotidianità ci sto bene e non voglio che tutto torni come prima, non voglio ricominciare perché il prima ci ha portato qui e se tanto mi da tanto…è meglio schiacciare i tasti ctrl+alt+canc e resettare. Non mi spaventa la solitudine, ho una vita piena di interessi e con me stessa ci sto bene; mi basto e a volte sono anche troppo.

Mi sono mancati gli affetti, ovvio, ma una cosa l’ho capita da questa quarantena: sono sempre più convinta di voler andare a vivere in campagna, lontano dal caos e dal traffico che è già inevitabilmente tornato prepotente; lontano dalla gente, che tollero sempre meno; immersa nel verde e in una casa con una cucina enorme dove poter cucinare indisturbata le mie ricette. Come questa Galette con puntarelle e olive nere: semplice, rustica e sincera, proprio come la vita che sogno.

Galette con puntarelle e olive nere

Portata Aperitivo, piatto unico, secondo piatto
Cucina Italiana
Keyword aperitivo, galette, olive nere, piatto unico, puntarelle, secondo piatto
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti

Ingredienti

  • 200 gr farina 0
  • 60 gr olio extravergine d'oliva
  • 60 gr acqua fredda
  • 500 gr puntarelle
  • q.b alici sott'olio
  • q.b. olive nere
  • q.b. grana padano
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento

  1. Preparare la base unendo l'olio, l'acqua e un cucchiaino di sale alla farina e impastare. Formare una palla di impasto e metterla a riposare in frigorifero in una ciotola coperta con un canovaccio

  2. Nel frattempo pulire le puntarelle eliminando la parte bianca più dura e tagliarle a metà nel senso della lunghezza, quelle più piccole, mentre in quattro (sempre nel senso della lunghezza) per le puntarelle più grandi

  3. In una padella scaldare un filo d'olio e unire 5/6 filetti di alici sott'olio, quando si saranno sciolti unire le puntarelle, pepare a piacere ma non aggiungere sale perchè ci penseranno le alici a dare sapidità alla verdura. Aggiungere un filo d'acqua se necessario e cuocere per 5 minuti

  4. Mentre le puntarelle cuociono stendere la pasta su un foglio di carta forno con l'aiuto di un mattarello, la forma della galette è circolare ma molto grossolana e lo spesso è di circa 2 cm

  5. Cospargere la superficie della galette con del grana padano grattugiato o del parmigiano, disporre le puntarelle e le olive nere al centro. Ripiegare di un paio di centimetri i bordi della galette verso il centro così da chiudere la galette

  6. Spennellare leggermente i bordi con dell'olio d'oliva, trasferire su una teglia e cuocere in forno statico preriscaldato a 200° per 30 minuti circa o finchè la base non sarà dorata

PH Love.Life.Lunch. 2020 tutti i diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto ricetta