25 Ottobre 2017

Torta di mele della nonna

Autunno chiama il forno acceso come il primo freddo chiama la torta di mele. E’ matematico, punto. Ognuno di noi ha dei ricordi legati alla torta di mele, probabilmente è la prima ricetta che abbiamo sperimentato insieme alla mamma o alla nonna in cucina e ogni morso richiama sapori, rumori e profumi che ci riportano inevitabilmente ad un periodo meraviglioso della nostra infanzia: almeno per me è così.

Ogni domenica mattina dopo la messa passavo a salutare la mia bis nonna; la mia seconda mamma, colei che mi ha cresciuta con amore e mele grattugiate dai 6 mesi di vita in poi. Appena varcato il portone si sentiva il profumo della torta di mele e uvetta appena sfornata e ad ogni scalino l’odore si faceva sempre più intenso e inebriante. Lei, che di figli ne ha avuti 5 (e di conseguenza un numero importante di nipoti e pronipoti) non si dimenticava mai di nessuno e per non rischiare che qualcuno la domenica mattina rimanesse senza la sua fetta di torta ne preparava sempre due.

Ecco da chi ho preso l’amore per la cucina e la dedizione per la mia famiglia. Dovrei parlarvi più spesso di lei, della Nonna Maria e dei suoi quasi 100 anni ma è difficile e ancora oggi dopo 10 anni dalla sua scomparsa ogni volta che la ricordo mi commuovo.

Ma veniamo alla ricetta della torta di mele, la torta più semplice soffice e deliziosa del mondo.

Ingredienti per una tortiera da 22 cm

200g di farina 00
200g di zucchero di canna
100g di burro
2 uova
200ml di latte intero non freddo
1 bustina di lievito per dolci
2 mele Golden o Gala
2 cucchiai di cannella
una spolverata di noce moscata
un pizzico di sale
succo di mezzo limone
zucchero a velo
La mia bis nonna metteva sempre una generosa manciata di uvetta passa rinvenuta nel rum ma l’aggiunta di questo ingrediente è facoltativo!
Nella planetaria o con le fruste lavorare il burro ammorbidito con lo zucchero, quando il composto sarà spumoso e soffice aggiungere le uova il pizzico di sale e il latte a temperatura ambiente.
A questo punto è possibile aggiungere la farina precedentemente setacciata e a cui è stata unita la bustina di lievito e continuare a lavorare il composto con le fruste.
Aggiungere cannella e noce moscata a piacere, a me piace che cannella si senta perchè è un profumo che mi lega particolarmente all’autunno e al mio viaggio in America proprio nel mese di ottobre di 4 anni fa.
Sbucciare le mele e tagliarle a spicchi il più simili possibile, mettere la mela tagliata in una ciotola e cospargerla con il succo del limone affinchè non annerisca.
Imburrare o ricoprire con la carta forno una tortiera a cerniera e versarvi 1/3 del composto. A questo punto potete scolare le mele dal succo di limone e infarinarle leggermente così che non finiscano tutte sul fondo dell’impasto.

Ricoprire il primo strato di impasto con alcune fette di mela, versarvi sopra il restante 2/3 dell’impasto e finire decorando a piacere con le fette di mele avanzate.
Se non volete fare questo doppio passaggio potete tagliare le mele a cubotti, infarinarle e metterle direttamente nell’impasto, mescolare e versare il composto nella tortiera, il risultato sarà lo stesso.
Infornare a 180° forno statico per circa 50 minuti (fate sempre la prova stecchino prima di sfornare). A cottura ultimata lasciate raffreddare completamente prima di togliere dallo stampo. Spolverizzare con abbondante zucchero a velo e gustare la torta di mele con una tazza fumante di tè.

 
PH Love.Life.Lunch. 2017 tutti i diritti riservati

——-

GRANDMA’S APPLE CAKE 

Autumn means the oven turned on like the cold means apple cake. It is absolutely certain! All of us  had memories connected with the apple cake, probably is the first recipe that we have tested together with mum or grandma in the kitchen and each bite recall flavours, noises and fragrances that inevitably bring us back to our childhood, or at least for me.

Every Sunday morning after church I went to say hello to my great-grandmother, my second mum, the one who raised me with love and grated apples since I was 6 months old. After passed through the front gate, you smelled  apple cake and raisin fresh out of the oven and each small step the smell will be more intense and inebriating. She had 5 children and a lot of grand childrens and great grand childrens, so she never forgot anybody and she always baked two cakes for all of us.

From her I get the passion for cooking and the dedication for my family. I should talk more about her, my grandma Maria, almost 100 years old, but it is still painful nowadays 10 years after her passing and every time I remembered her, I still cry.

Here is the recipe for the softest and the most delicious apple cake ever.

INGREDIENTS for a 22 cm spring-release cake tin
200g Tipo “00” flour/ 200g brown sugar/ 100g butter/ 2 eggs/ 200 ml whole milk (not cold)/1 sachet of baking powder/ 2 apples (Golden or Gala)/ 2 spoonfuls of cinnamon/ a dusting of nutmeg/ a pinch of salt/ juice of ½ lemon/ powdered sugar 

My grandma put inside an handful of raisin (previously rehydrated with a little bit of rum), but this ingredient is optional.

METHOD
1. In a stand mixer whisk the soften butter with brown sugar, until the mixture is soft; add the eggs, a pinch of salt and the whole milk at room temperature. At this point, add the sifted flour with baking powder and continue to whisk the mixture. 
2. Add the cinnamon and the nutmeg to taste. Peel the apples and cut them into slices with the same size, then put all the slices in a bowl with lemon juice to avoid them to turn black.
3. Grease with butter or cover with baking paper the spring-release cake tin and pour inside 1/3 of the mixture. 
4. At this point, drain the lemon juice from the apples, dust them with flour for avoiding them to stay at the bottom of the cake. Cover the first layer with few apple slices, pour over the remaining 2/3 of the mixture and garnish the top with the few slices left.
5. If you prefer you can cut the apples into cubes, dust them with flour and put them inside the mixture and pour the mixture into the cake tin. The result will be the same.
6. Bake it in a preheated oven to 180°C for 50 minutes (check the cake with a cocktail stick to see if it is cook inside). Let it cool down completely before remove it from the spring-release cake tin. Dust with powdered sugar and eat it with a cup of hot tea.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *