23 Dicembre 2016

Xmas gift guide #4: regali gastronomici e solidali

Non so voi ma io amo regalare dei prodotti gastronomici a Natale; sarà per deformazione professionale ma da qualche anno a questa parte per gli amici preparo sempre confetture, biscotti, cantucci, baci di dama e madeleines fatte in casa.

Per i parenti più stretti invece, un cesto con i prodotti ricercati della nostra tradizione e qualche goloso peccato di gola non manca mai e a mia volta adoro ricevere prelibatezze da gustare nei giorni di festa e spesso anche nei giorni successivi (così il Natale dura un po’ di più).

La cosa positiva di un cesto natalizio gastronomico è che con questo tipo di regolo non si sbaglia mai e non si rischia di regalare “un doppione” o meglio, dubito che ricevere due pacchi di polenta sia una cosa negativa, non trovate? L’aspetto positivo ancora più importante di un cesto natalizio eno-gastronomico è che spesso può essere riempito con prodotti equo e solidali o acquistati a sostegno di qualche associazione no-profit.

Io mi diverto tantissimo a comporre i cesti natalizi gastronomici personalmente e a riempirli con prodotti particolari, solidali e che trovo durante i miei viaggi; per questo motivo spesso comincio mesi prima a pianificare i regali di Natale; proprio come è successo quest’anno quando il 16 agosto in visita alle Cantine Florio a Marsala abbiamo ordinato 3 casse di questo particolare vino per parenti e amici. Non ci credete, chiedete a loro?

Altromercato propone la sua celebre miscela BioCaffè 100% arabica di alta qualità, per Natale questa speciale miscela è racchiusa in quattro lattine da collezione decorate da giovani artisti italiani e ancora il Panettone Riciclando, il classico panettone con gocce di cioccolato e uvetta, ricoperto con una speciale glassa di anacardi è racchiuso in un originale sacchetto in tessuto. Realizzati da una cooperativa sociale creativa, QUID, recuperando stoffe nuove non utilizzate, i sacchetti sono unici, uno diverso dall’altro e fanno parte della nuova linea di upcycling Riciclando di Altromercato. E infine la “My Bakery Bag”, il cofanetto indispensabile per creare ottimi dolci fatti in casa, che racchiude ingredienti di qualità, tutti biologici, in più due ricette inserite ai lati del cofanetto e comodamente ritagliabili.



Cova propone la Linea Duomo, una collezione esclusiva di panettoni e pandoro che celebra il sodalizio tra lo storico marchio di pasticceria meneghina e la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.  Le 8 ricette sono legate alla raccolta fondi “Adotta una Guglia”.

Per sostenere le popolazioni colpite dal terremoto c’è il portale dajemarche.it dove è possibile comprare i prodotti del territorio e aiutare le aziende in difficoltà a rialzarsi  e ricomiciare a produrre dopo il terribile sisma; un’iniziativa lodevole da continuare a sostenere anche durante il resto dell’anno.

Questa iniziativa non è gastronomica ma merita di essere segnalata perchè in un certo senso centra con il cibo e la salvaguardia del nostro pianeta; si chiama Treedom ed è una piattaforma web che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione
di alberi a livello globale
. Per il Natale 2016 è on-line la campagna “We make it real”, un servizio che
permetterà agli utenti di regalare a parenti e amici 4 alberi Limited Edition, per rendere il periodo natalizio ancora
più magico e stimolante. Treedom,
infatti, per festeggiare al meglio il Bianco Natale, ha affiancato alla
consueta offerta di alberi piantabili in Italia, Africa e America Latina, 4
nuove varianti natalizie: Avocado,
Guava, Mango e Markhamia.

Queste che vi ho proposto oggi sono solo alcune delle mille iniziative solidali a cui potete aderire ma sono sicura che anche nella vostra città c’è una Onlus che vi aspetta con i suoi panettoni, i cioccolatini o i calendari per il 2017 basta cercarla e se proprio non la trovare beh, di associazioni che hanno bisogno del nostro aiuto è pieno il web; scegliamone tutti una e doniamo quello che possiamo perchè in fondo il vero significato del Natale è donare, incondizionatamente, per mettere in circolo più amore possibile…fidatevi che questo, prima o poi, tornerà al mittente.

PH Immagini – press offices e web
DISCLAIMER: Questo non è un post sponsorizzato. Tutte le opinioni sono frutto della mia onestà intellettuale e della mia soggettiva esperienza, tutti gli oggetti scelti per questo articolo sono stati selezionati da me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *