21 Novembre 2016

Una pasta e ceci che profuma di ricordi

Ci sono piatti che profumano di ricordi, ricette che sanno di casa e di famiglia, che rievocano nella nostra memoria piacevoli momenti della nostra infanzia. Per me uno di questi piatti è pasta e ceci; una ricetta semplicissima che arriva dritta dritta dalla tradizione contadina, un piatto povero preparato con pochi (anzi pochissimi) ingredienti ma molto nutriente perfetto per scaldare i primi freddi e le giornate grigie di fine novembre.

Questa è la ricetta base della mia famiglia a cui voi potete aggiungere qualche sapore in più; a seguire qualche piccolo suggerimento.

Ingredienti per 2 persone

200g di ceci precotti in barattolo
100g di spaghetti
1/2 litro di brodo vegetale
1/2 cipolla bianca
1 rametto di rosmarino
concentrato di pomodoro q.b.
olio EVO
sale 
pepe
grana padano a piacere
L’idea in più

pancetta affumicata
o
acciughe e pomodoro pachino
Tritare finemente la cipolla e farla rosolare in una padella (se di coccio ancora meglio) con un filo d’olio extravergine di oliva. Scolare l’acqua dei ceci in barattolo e aggiungerli al soffritto di cipolla, far tostare qualche minuto prima di aggiungere il brodo vegetale. Io preferisco utilizzare i ceci precotti in barattolo per fare prima ma se avete a disposizione solo ceci secchi ricordatevi di metterli in ammollo almeno mezza giornata. 
Aggiungere il rosmarino, il sale il pepe e un pizzico di concentrato di pomodoro e lasciar cuocere per 15 minuti circa aggiungendo acqua se necessario. Con un frullatore ad immersione frullare leggermente parte dei ceci in modo da creare una sorta di cremina. A questo punto aggiungere gli spaghetti in pezzetti lunghi circa un paio di centimetri e finire la cottura.
Secondo me questa pasta e ceci è ottima già cosi com’è, con una spolverata di grana padano e un filo di olio a crudo a fine cottura. Personalmente la preferisco abbastanza asciutta ma a seconda delle vostre preferenze potete tenerla più liquida aggiungendo ulteriore brodo vegetale o acqua.
Se invece volete arricchire il piatto con gusto potete rosolare inizialmente insieme alla cipolla della pancetta affumicata o poi procedere secondo la mia ricetta oppure potete preparare a parte un battuto di pomodorini pachino e acciughe da aggiungere sempre ad inizio preparazione insieme alla cipolla e poi procedere con la conclusione del piatto secondo ricetta.
E voi, come preparate pasta e ceci? Qual è il vostro piatto del cuore? Quali sono i profumi della vostra famiglia, della vostra infanzia?
PH Love.Life.Lunch. 2016 tutti i diritti riservati
La tovaglietta è stata dipinta a mano dall’artista Laura Piacquadio che crea ogni sua opera partendo dall’idea di riciclo creativo e non-spreco di acqua e colore. Per maggiori informazioni e per vedere tutte le sue creazioni: http://www.laurapiacquadio.com/ 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *