05 Settembre 2016

Pollo agli anacardi con salsa di soia

Il piatto che vado a preparare oggi per la rubrica #laricettadellunedì è veloce e semplice come questo post perchè oggi, lunedì 5 settembre, è come se fosse per me il primo giorno di scuola se non addirittura il primo giorno dell’anno e mi aspetta tanto tanto lavoro.

Ho mille cose da sbrigare e come se non bastasse ho ben pesato di ri-arredare il mio studio (ma di questo vi parlerò più avanti) sommersa da mail in arretrato, nuovi progetti, vecchi contratti, smalti, tinte per muro, rulli e scatoloni; ho bisogno di un’idea veloce e pratica per il pranzo. Ed eccola qua: pollo agli anacardi con salsa di soia.
In casa mia il pollo non manca mai, è il mio salva cena ed è anche una delle poche carni che mangio volentieri; è versatile e con il pollo in cucina non ci si annoia mai.

Ingredienti per 2 persone

300g di pollo 
30g di anacardi
1 tazzina da caffè di salsa di soia
1 cucchiaino da caffè di miele
farina di riso (o in alternativa la farina bianca)
olio di semi

Tagliere il pollo a bocconcini e infarinarlo leggermente nella farina di riso per rendere l’impanatura più leggera o, se non l’avete, va benissimo anche la farina bianca. In una terrina mescolare la salsa di soia con il miele.

In una padella antiaderente tostare gli anacardi con un filo d’olio di semi (a seconda delle vostre preferenze gli anacardi potete lasciarli interi oppure tritarli al coltello grossolanamente), aggiungere il pollo e farlo rosolare qualche minuto prima di unire anche la salsa di soia con il miele. Completare la cottura e se necessario aggiungere dell’acqua. 

Il pollo cotto dovrà risultare dorato e lucido. Servire con del riso basmati bollito a parte o un’insalata mista e germogli di soia. Veloce, no?


PH Love.Life.Lunch. 2016 tutti i diritti riservati
Io amo mangiare questo piatto vagamente orientale (e dico vagamente perchè in oriente non cucinano certo così il pollo agli anacardi) con le bacchette di legno e perchè no, magari accompagnandolo con una birra cinese fresca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *