25 Luglio 2016

Pasta fredda con feta e verdure grigliate

Continua l’appuntamento del lunedì in cucina con una ricetta facile e fresca.

Io continuo a non aver voglia di cucinare o meglio non ho voglia di accendere fornelli e forno, solo l’idea mi fa accasciare sulla sedia che neanche la vista di una fetta di torta può resuscitare. La soluzione migliore è concentrare l’attività culinaria in un giorno solo; ma cosa preparare che possa essere buono anzi, più buono, il giorno successivo? Una bella pasta fredda con verdure grigliate e feta.



Ingredienti per 4 persone
300g di pasta corta (fusilli, penne, rigatoni)
2 zucchine
1 melanzana
100g di feta
10-12 foglie di basilico
timo q.b.
sale
pepe
olio EVO
Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente. Raffreddare sotto l’acqua corrente e condire con generoso olio extravergine d’oliva sale e una macinata di pepe.
Pulire le zucchine e la melanzana, tagliarle a fette all’incirca di mezzo centimetro e grigliarle su una piastra già calda per qualche minuto, condire con sale, pepe e poco olio.
Una volta che le verdure si saranno raffreddate tagliarle a striscioline e aggiungerle alla parta. Lavare e spezzare con le mani le foglie di basilico e il timo, tagliare la feta a dadini e aggiungere il tutto alla pasta.
Se volete potete grigliare anche mezzo peperone o aggiungere qualche mandorla per dare più croccantezza la piatto. Io l’ho concluso così perchè al commercialista il peperone proprio non piace.
Servire la pasta fredda e conservare in frigorifero. Il giorno dopo con l’aggiunta di un altro filo d’olio EVO sarà ancora più gustosa.
Oggi ho voluto proprio esagerare e ho acceso anche il forno per cucinare una classica torta salata con zucchine, provola e dadini di prosciutto cotto. Vi svelo un segreto: anche questa mangiata il giorno successivo è ancora più buona! Ma questa è un’altra storia…un’altra ricetta.
PH Love.Life.Lunch. 2016 tutti i diritti riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *